domenica 10 settembre 2017

La pattumiera convertita in vaso



Prima di cominciare devo confessare che l'idea viene da mamma, alla ricerca di un vaso alto ma leggero e poco costoso per piante di una certa imponenza. Così trovandosi a passare per IKEA ha adocchiato le pattumiere per la raccolta differenziata, e ha deciso di usarle come vaso, convertendo il tappo in sottovaso.




Io invece ho usato un approccio leggermente diverso: ho separato la cornice del coperchio dalla ribalta, che ho poi forato per permettere all'acqua di defluire. 


In questo modo il pezzo di plastica forata si incastra nella pattumiera ad una certa distanza dal fondo, e riempiendo questo spazio con argilla espansa si evitano i ristagni idrici. Sopra ho aggiunto ancora un po' di argilla espansa prima di rinvasare la pianta. La cornice del coperchio invece è tornata al suo posto sopra la pattumiera per tenere fermo un telo di tessuto non tessuto, che serve ad impedire ai gatti di scavare nel vaso! Siccome la begonia per cui ho comprato il vaso cresce molto in altezza ma ha rami erbacei che si piegano, c'è bisogno di sostegni a cui legarla: invece di infilarli nella terra ho pensato di ricavare dei fori sulla cornice del coperchio, sul retro del vaso, per inserire i sostegni senza danneggiare le radici.


Sembra che la begonia si stata contenta della nuova sistemazione, infatti mi ha dato grande soddisfazione con una bella fioritura, che non è ancora finita!


2 commenti:

  1. Bello! Arreda tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che il vaso in sé è bella la pianta! Comunque mamma lo ha usato in terrazza, ma devo dire che si presta bene anche per gli interni

      Elimina